FAI – CONTINUANO LE SERE FAI D’ESTATE AI GIGANTI DELLA SILA, SPEZZANO DELLA SILA (CS)

FAI-Fondo per l’Ambiente Italiano

presenta

SERE FAI D’ESTATE

giugno – settembre 2024

 

Passeggiate naturalistiche al calar del sole, aperitivi al tramonto,

musica e spettacoli sotto le stelle, piccole lezioni di astronomia.

Un ricco calendario di eventi e visite speciali per vivere i Beni del FAI fino a tarda sera

AI GIGANTI DELLA SILA, SPEZZANO DELLA SILA (CS)

Calendario completo e informazioni dettagliate su www.serefai.it

I Giganti della Sila sono un Bene in concessione da Ente Parco della Sila.

Con il Patrocinio del Comune di Spezzano della Sila.

Grazie a Rai, Main Media Partner dell’iniziativa, che anche in questa edizione racconterà al pubblico il ricco e variegato palinsesto di Sere FAI d’Estate nei Beni FAI.

Il calendario “Eventi nei Beni del FAI 2024” è reso possibile grazie al fondamentale sostegno di Ferrarelle, partner degli eventi istituzionali e acqua ufficiale del FAI e al contributo di Pirelli, accanto al FAI dal 2006, che rinnova per il dodicesimo anno la sua storica vicinanza all’iniziativa e di Delicius che conferma per il quarto anno il suo sostegno al progetto. Grazie anche a Prosciutto di Parma, per il primo anno sponsor delle Sere FAI d’Estate e presente in una selezione di Beni con il suo prodotto.

 

 

www.fondoambiente.it

 

 

ArteInVivo Festival San Lucido Experience 2024

Dal 22 al 27 luglio la perla del Tirreno ti aspetta in Calabria

tra arte, tradizioni, enogastronomia e natura

con la terza edizione di

ArteInVivo Festival

San Lucido Experience 2024

Direzione artistica di Loredana Ruggieri e Francesca Stocchi,
coordinamento a cura di Sophie Ravel

 

Primo evento in Calabria con l’attestato EcoActions di Legambiente

per le iniziative a basso impatto ambientale

 

Guest star il ballerino di flamenco Manuel Liñán

Un movimento che mette le persone in contatto direttamente con l’arte, un’esperienza attraverso la quale vivere esperienze indimenticabili. Dopo il successo delle edizioni passate torna in Calabria dal 22 al 27 luglio “ArteInVivo Festival 2024”, sei giorni di arte, spettacoli, concerti, corsi specialistici, laboratori enogastronomici e naturali a San Lucido, la perla del Tirreno, sulla costa cosentina. Un festival Innovativo, dove artisti e viaggiatori si incontrano in un modo autentico in una unicità di tempo e di luogo. Durante la settimana workshop e percorsi didattici originali si intrecciano con la dolce vita, il mare cristallino e l’enogastronomia fatta di eccellenze territoriali. Tutte le sere spettacoli e feste permettono di vivere in modo leggero e profondo l’arte e la cultura. Una vacanza esperienziale e culturale unica nel suo genere.

ArteInVivo, con il sostegno della Oficina Cultural y Científica de la Embajada de España, non è solo un festival ma un’esperienza culturale dove turismo e viaggio non sono sinonimi. A fare la differenza sono il carico di emozioni e le esperienze che si possono praticare sul luogo attraverso una partecipazione diretta alle tradizioni artistiche, culturali e artigianali. L’obiettivo è diffondere un nuovo turismo dinamico e valoriale, anche attraverso l’integrazione tecnologica, come dirette streaming e allestimenti ecosostenibili in videomapping.

“AreInVivo è un modo per vivere il turismo in modo diverso scoprendo i mestieri dello spettacolo e l’artigianato artistico, rendendoli più accessibili, sostenibili e ricollegando le comunità perdute. Una delle nostre arti ispiratrici è il flamenco” ha detto Sophie Ravel, ceo di ArteInVivo.

ArteInVivo Festival, patrocinato dalla Pro Loco e dal Comune di San Lucido, è un progetto globale, nato dall’intuizione di tre donne, Loredana RuggieriFrancesca Stocchi e Sophie Ravel, che nel 2021 hanno creato una startup per un nuovo format di sviluppo turistico sostenibile in Italia e nel mondo, partendo da San Lucido. Proprio quest’anno, inoltre, ArteInVivo è il primo evento in Calabria ad ottenere l’attestato Ecoactions di Legambiente per le iniziative a basso impatto ambientale.

“Durante la pianificazione e l’organizzazione del nostro evento, abbiamo fatto importanti passi per ridurre il nostro impatto sull’ambiente e promuovere valori sociali. Siamo entusiaste di condividere con i nostri partecipanti le attività sostenibili che abbiamo intrapreso per ottenere l’attestazione Ecoactions di Legambiente” ha spiegato Sophie Ravel.

IL FLAMENCO

Come ogni anno il flamenco sarà tra i protagonisti assoluti del festival. Guest star dell’edizione 2024 è Manuel Liñán, un artista talmente radicato nel flamenco che trasuda purezza in ogni suo gesto, ma spinge la danza in un punto insolito tra genialità e semplicità che insieme alla sua incessante ricerca, lo colloca tra i maggiori esponenti dell’avanguardia flamenca. Non mancheranno, poi, le masterclass di chitarra flamenca di Manuel Montero, di cajon con Francesco Perrotta, i laboratori di baile e cante con Vicente GeloVirginia Veltri e dell’artista Manuela Baldassarri con un corso di improvvisazione tra cante e baile. Da segnalare il 22 luglio lo spettacolo a ingresso libero Pinceladas, mentre il 24 luglio sono in programma il concorso di sevillanas e la sfilata di moda flamenca.

LE TRADIZIONI

Tornano i coinvolgenti laboratori della tradizione come quello sulla tarantella ‘alla lucitana’ con Francesco De Luca Telemare e Pasquale Nesci e quello sui ‘Suoni nel vicolo’ con i cantori Gianluca Zammarelli ed Alessandro Sessa, organizzato in collaborazione con l’associazione culturale la Tavernetta Letteraria. In programma anche i corsi di ceramica a cura di Milena Cosentino. Perché San Lucido è un comune montano ma ha una ricca tradizione che va dalla montagna fino al mare, proposta in questa occasione in forma quasi inedita, un tuffo nella cultura più profonda del paese e nei rituali tipici della zona del tirreno cosentino.

L’ENOGASTRONOMIA
Torna anche quest’anno il percorso enogastronomico, un intero  pomeriggio dedicato ai  sapori della montagna sanlucidana a cura dello chef di Agriarmonia, Giovanni Mannarino. I partecipanti impareranno i segreti dei ‘lagani’ alla calabrese, una pasta tipica del luogo citata anche dal poeta latino Orazio nelle sue Satire, e a cucinare la frittata alle melanzane, uno sformato senza uova della tradizione sanlucidana.

NATURA
Diversi anche gli appuntamenti da vivere in simbiosi con il territorio ed il suo ambiente naturale. Per gli amanti dello yoga c’è la possibilità di praticare il metodo lyengar sulla spiaggia con Valentina Guerrieri e Francesco Ricagno.

Turismo delle passioni, turismo esperienziale, turismo delle emozioni. Tutto questo è San lucido Experience. E, allora, vivi l’esperienza! Iscriviti ai corsi, esperienze, laboratori e vieni ad assistere agli spettacoli. Preparati e fatti incantare dalla magia di ArteInVivo Festival San Lucido Experience 2024. Sei pront* a partire?

Maggiori informazioni su

https://www.arteinvivo.com/

info@arteinvivo.com

https://manuellinan.com/

Rai Mux B dal 28 Agosto passa in DVB-T2: maggiore qualità e nuovi canali HD in arrivo

Sono in arrivo significative novità per il Mux B Rai. Secondo le informazioni pubblicate in anteprima su Digital-Forum.it grazie ad ERCOLINO (Michele Cristiani), e riportate su Digital-News.it è stato reso noto che a partire dal 28 agosto 2024 il Mux B Rai subirà una trasformazione importante, passando dall’attuale sistema di trasmissione DVB-T al più avanzato standard DVB-T2.


Questo cambiamento porterà con sé diverse conseguenze, a cominciare dalla cessazione delle trasmissioni del canale “Rai Sport HD test HEVC” con LCN 558. Questo canale, infatti, non sarà più visibile. Tuttavia, gli spettatori non devono preoccuparsi, poiché il canale “Rai Sport HD” con LCN 58 continuerà ad essere disponibile e fruibile come di consueto, attraverso il Mux A Rai. Nel nuovo Mux B Rai DVB-T2, ci sarà una sostituzione importante: il canale “Rai Sport HD test HEVC” con LCN 558 sarà rimpiazzato dal canale “Rai Sport HD” con LCN 558, ma questa volta in modalità Jump HbbTV.

Questa nuova configurazione rappresenta un passo avanti nella qualità della trasmissione e nell’interattività dei contenuti. La modulazione del Mux B Rai DVB-T2 avrà delle specifiche tecniche avanzate, comprendendo un sistema di modulazione 256-QAM, un intervallo di guardia di 1/8, (FFT) di 32K, un codice di correzione degli errori (FEC) di 3/4 e Pilot Pattern PP2. Grazie a queste caratteristiche, la capacità totale del Mux B sarà aumentata a 37,6 Mbps, in netto miglioramento rispetto alla capacità attuale di 19,91 Mbps del Mux B Rai in DVB-T. Questo incremento della capacità permetterà una trasmissione più efficiente e di maggiore qualità.

Inoltre, è previsto che nel Mux B Rai DVB-T2 sarà inserito anche il canale “Rai Movie HD” con LCN 524, anch’esso in modalità Jump HbbTV. Questa aggiunta arricchirà ulteriormente l’offerta di contenuti disponibili per gli spettatori. Sempre secondo le informazioni riportate su digital-forum, il Mux B Rai sul canale 40 da M.Penice (PV) opererà finalmente a piena potenza. Questo miglioramento sarà possibile grazie all’adozione del sistema DVB-T2, che risolverà definitivamente i problemi di incompatibilità SFN (Single Frequency Network) tra le postazioni di M.Penice, Valcava e altre stazioni limitrofe. Proprio per questa ragione, sarà disattivato il Mux R Rai sul canale 30 proveniente da C.Sempione (MI).

Per continuare a vedere tutti i canali servirà un televisore compatibile con la nuova tecnologia, non è necessario intervenire sull’antenna ricevente ma sarà necessario risintonizzare la tv o il decoder.

A partire dalla giornata di domani, verrà avviata una campagna di comunicazione ufficiale sui canali Rai per informare gli spettatori del passaggio del Mux B Rai al nuovo standard DVB-T2. Questa comunicazione sarà fondamentale per garantire che tutti siano a conoscenza delle modifiche imminenti e possano prepararsi adeguatamente al cambiamento.

Se hai più di 70 anni e un trattamento pensionistico non superiore a 20.000 euro lordi annui, puoi richiedere gratuitamente un decoder a domicilio attraverso il sito www.prenotazionedecodertv.it; il numero verde 800 776 883; o tramite gli uffici postali diffusi sul territorio.

Questa sarà la configurazione del Mux B Rai in DVB-T2 a partire dal 28 agosto:

  • Modulazione: 256-QAM
  • Intervallo di guardia: 1/8 (448 μs)
  • FFT: 32K
  • FEC: 3/4
  • Pilot Pattern: PP2 (extended carrier mode)
  • Capacità totale del Mux: 37,6 Mbps, rispetto agli attuali 19,91 Mbps
  • HEVC main@L4.1 8 bit

Tutti i dettagli tecnici sul nostro forum

È importante notare che Rai 3 HD sul Mux B Rai sarà la versione nazionale, trasmettendo quindi lo stesso TgR della versione satellitare. Di conseguenza, per vedere il TgR della propria regione, sarà necessario selezionare la versione regionale specifica. Restate quindi sintonizzati per ricevere ulteriori notizie e dettagli su queste importanti trasformazioni!

FAQ – ARRIVA IL DVB-T2

Cosa cambia?

  • Rai StoriaRai Radio 2 Visual e Rai Scuola saranno visibili esclusivamente in alta definizione nel nuovo standard DVB-T2.

Cosa NON cambia?

  • Il passaggio al nuovo standard DVB-T2 dal 28 agosto 2024 non prevede cambiamenti per Rai 1Rai 2Rai 3 e RaiNews 24 e la maggior parte dell’offerta Rai.

Cosa fare?

  • La Rai inizierà a trasmettere alcuni suoi canali in digitale terrestre di nuova generazione, con lo standard DVB-T2. Questo significa che per continuare a guardare Rai StoriaRai Radio 2 Visual e Rai Scuola, in digitale terrestre, dal 28 agosto 2024 occorre avere un ricevitore compatibile con tale standard. Puoi verificare la compatibilità del tuo modello con il nuovo standard sul canale 558 del telecomando dove “Rai Sport HD Test HEVC” viene trasmesso fino al 28 agosto 2024 con il formato più evoluto presente sul mercato. Se tale canale è visibile, significa che il televisore è già pronto per ricevere tutti i futuri nuovi segnali DVB-T2, una volta che saranno attivati su larga scala.
  • Dal 28 agosto 2024 sul canale 100 sarà disponibile il cartello di test Rai con codifica video HEVC Main10@L5.1 (10 bit) per verificare se il proprio ricevitore è compatibile con il formato più evoluto. Puoi anche scoprire quali ricevitori sono già pronti per il DVB-T2 e i dettagli dell’iniziativa Bonus Decoder a casa sul sito ministeriale.
  • A partire dal 28 agosto 2024, anche se il tuo ricevitore è compatibile, sarà necessario risintonizzare il tuo ricevitore per continuare a guardare Rai StoriaRai Radio 2 VisualRai ScuolaRai 4 e Rai 5. Inoltre, dopo la risintonizzazione, solo sui ricevitori compatibili DVB-T2, sarà disponibile tra i canali RaiNews 24 anche in HD.

Quali sono i vantaggi?

  • Più canali e qualità video migliore: il DVB-T2 permette di trasmettere più canali e con una qualità video superiore, anche in HD e 4K.
  • Maggiore efficienza: il nuovo standard consente di utilizzare lo spettro radiofonico in modo più efficiente, liberando frequenze per altri servizi come la telefonia mobile e l’internet mobile.
  • Contenuti interattivi: il DVB-T2 apre la porta a nuovi contenuti interattivi e servizi avanzati.

Restate aggiornati per tutte le informazioni necessarie su questi importanti cambiamenti tecnologici!

A partire dal 28 agosto 2024, per la verifica della compatibilità dei ricevitori con il nuovo standard DVB-T2, potrai scrivere alla mail helpdtt@rai.it attiva temporaneamente per il periodo di transizione (servizio di caring) o telefonare al numero verde 800.93.83.62

Articolo di Simone Rossi
per “Digital-News.it

Disponibilità di Decoder compatibili , scrivere mail a info@diariotv.it