Novita nel Mux Regionale Mediaset , arriva Jonica Radio TV

Giornata molto interessante sul lato nuovi canali ; oltre ai canali attivati e descritti in QUESTO precedente articolo, oggi nello spazio riservato a Tele A57 nel mux Mediaset RL1 Calabria (UHF32) è stato attivato Jonica Radio TV alla LCN82 riempendo quindi il mux . Questi i bitrate Video/Audio : 0.85Mbit H264 720×576 , Mpeg2 128Kbit Stereo.

Prendono forma i Mux Provinciali di Vibo Valentia

Nuovi canali fanno finalmente capolino nel nuovo digitale terrestre calabrese ; infatti nei 2 mux provinciali per la costa tirrenica gestiti dall’operatore di Rete di secondo livello , ADN Italia , si segnala l’attivazione e l’inserimento di nuovi canali.

Nello specifico viene inserito nel mux Telespazio TV (UHF34) con LCN 181 il canale Amica TV  con un bitrate Video SD di 0.8Mbit in H264 (720×576) ed audio AAC 64Kbit ; è preferibile la risintonizzazione.

Nello stesso mux Rete3 Digiesse aggiunge al logo la dicitura HD pur continuando a trasmettere in SD .

Nell’altro mux , Calabria TV (UHF45) , vengono attivati Video SUD (LCN183), Onda TV (LCN198)  e Video Maria (LCN298) , i canali hanno il medesimo bitrate Video (0.7Mbit SD H264 720×576)  con bitrate audio rispettivamente  di 56Kbit , 64Kbit e 48Kbit in AAC.

Tecnicol di RadioTvCalabria ci segnala inoltre che nel mux di secondo livello ADN per la provincia di Catanzaro (UHF42) sono stati attivati i seguenti canali ,alcuni del gruppo Soverato1 TV :
Rete Jonica LCN 187, Video Sport LCN 179, Tele Regione Calabria LCN 280, Tele Bova Marina LCN 310 , Calabria Uno (LCN 118),  TELEMIA 4 (LCN 99 – attualmente infocard), CANALE CALABRIA (LCN 290) ed aggiunto nello stesso mux il canale Tele Magna Graecia LCN 97

Attivata Rete 3 DigiEsse nel mux Telespazio TV (UHF34)

Con un cambio di ident da DIGIESSE a Rete 3 nel mux di secondo livello Telespazio TV (UHF34) per la provincia di Vibo Valentia, torna on air il canale storico di Praia a Mare , Rete 3 Digisse (LCN81)  .


Questi i dati tecnici A/V:  Risoluzione video 720×576 – 0.7Mbit H264 , Audio AAC 80Kbit stereo

 

VHF , dal primo canale al mai nato DAB

Con oggi si conclude in Calabria il famigerato refarming delle frequenze televisive per far posto nella banda alta al 5G.
Grazie a questo refarming abbiamo potuto vedere un solo soggetto Nazionale (Eitower) far posto nel proprio mux di primo livello a tutte le emittenti regionali prive del proprio mux e di spazio per i propri canali secondari.
Inoltre dopo molti anni viene spento uno dei primi baluardi della televisione analogica che veicolava Rai 1  e l’ultimo della VHF nostrana a veicolare il mux RAI MR 10 (mux regionale)  ; dopo tanto tempo infatti viene spento l’impianto di Gambarie sul canale D o 5 (177.5Mhz) , che tante soddisfazioni aveva dato ai vari DXer per ricollocarlo sul canale 30 in UHF , stessa sorte toccata ai vari impianti Calabresi in VHF come S.Elia o Monte Scuro sul 9 (205.5Mhz) anche se sul 37.
Da oggi infatti la VHF rimane appannaggio dei vari mux DAB (Rai non ancora pervenuta) e quando verrà assegnato , dell’ultimo mux Nazionale oggetto di gara (Europa7 o ReteCapri).

LaC Sat e LaC Play: il network cresce in Italia e in Europa

L’emittente approda su Sky (LCN820) e su TiVùSat (LCN419) e presenta un’innovativa App con sistema digitale e tecnologia On demand per un facile accesso ai migliori contenuti. L’editore Domenico Maduli: «La forza del nostro modello è nella nostra squadra e nella voglia di non accontentarsi» 

Un nuovo canale satellitare con le migliori produzioni del network LaC accompagnate dall’informazione di qualità di LaC News24 e un’App On demand per dare la maggiore accessibilità possibile alle produzioni e ai contenuti realizzati dall’emittente. Non si ferma la spinta innovativa del gruppo Pubbliemme Diemmecom, già presente in Europa con una serie di progetti promossi dalla Commissione europea, e che ora si prepara a calcare i palcoscenici nazionali e internazionali anche attraverso il network LaC, leader dell’informazione in Calabria. Con LaC Sat e LaC Play la filosofia del Gruppo sposa in pieno le richieste di un’utenza sempre più esigente, migliorando con l’App le possibilità di accesso ai propri contenuti attraverso computer e smartphone e uscendo dai confini regionali attraverso un nuovo canale satellitare visibile in Italia ed in Europa.

LaC Sat, il network si espande

Produzioni di successo, inchieste e talk, format di approfondimento e informazione: LaC Sat è il nuovo canale satellitare del network LaC, visibile sul canale 419 di TivùSat e sul canale 820 di Sky.

Una finestra sulla Calabria e dalla Calabriavisibile in Italia e in Europa, che permetterà di aprire uno sguardo diverso sui nostri giorni e su una narrazione che riparte dal Sud per raccontare le complessità del nostro tempo.

 

LaC Play, la accendi e ti accende

Una nuova App, un portale web ed in pochi clic tutto il meglio della produzione LaC è disponibile sul proprio smartphone. Saranno attive nelle prossime ore la nuova app di LaC Play, l’on demand con i migliori contenuti del network LaC scaricabile dagli store Apple e Android, ed il nuovo sito internet di LaC Play.

Dalla nuova App sarà possibile vedere tutte le puntate dei propri programmi preferiti, dalla politica alle inchieste, dai talk ai docufilm fino ai contenuti divulgativi che raccontano la Calabria più autentica. Non solo un On demand, ma anche una vera e propria porta d’accesso a tutti i contenuti del network: sarà infatti possibile accedere allo streaming di LaC News 24 per restare sempre aggiornati sull’informazione ed agli streaming di LaC Tv e LaC Sat per vedere in diretta le programmazioni dei due canali generalisti del network.

Sarà inoltre possibile, sempre da LaC Play, accedere alle App di LaC News24, Il Vibonese e Il Reggino, restando sempre aggiornati sull’informazione prodotta dal network a livello regionale e locale. Importanti novità sono inoltre previste a breve anche per la nuova testata provinciale Cosenza Channel.

Domenico Maduli: «Ambizione e innovazione costante»

«Un progetto che va avanti calcando nuovi palcoscenici e con rinnovate ambizioni»: Domenico Maduli, Amministratore delegato del Gruppo Pubbliemme ed editore del network LaC, presenta così le due novità.

«Abbiamo fatto uno sforzo importante – spiega – per proseguire il nostro progetto di crescita. La nostra è una sfida importante: introduciamo un nuovo canale satellitare ed una nuova App per arricchire il nostro percorso, che ci vede proiettati su un pubblico nazionale ed europeo. Abbiamo un orizzonte ben definito e, insieme al nostro prezioso gruppo di lavoro ealle tante professionalità della nostra azienda, che ringrazio per gli sforzi di questi lunghi mesi, abbiamo ben chiari gli obiettivi. In questi ultimi anni abbiamo fatto esperienze importanti, portando il nostro network a lavorare su progetti di rilievo con la Commissione Europea, creando nuovi team a Milano e Roma, dove presto partirà un nuovo e ambizioso progetto editoriale, alzando sempre di più l’asticella delle sfide».

«Siamo consci del nostro ruolo – prosegue l’Ad di Pubbliemme – e siamo consapevoli di essere un modello imprenditoriale nel nostro territorio soprattutto per i tanti giovani che sono il vero capitale su cui investire: per questo abbiamo ben chiaro che un’esperienza positiva su scala regionale può essere più forte se esportata e valorizzata su scala nazionale».

Per l’editore di LaC network «la vera forza del nostro Gruppo è quella delle persone che lo fanno vivere ogni giorno: un team eterogeneo e capace, che vede chiaramente la cima della montagna ma riesce a guardarla da diversi punti di vista, riuscendo così a dare valore e forza ai progetti che abbiamo in cantiere».

Conclude Maduli: «È solo puntando sulla squadra che si riescono ad ottenere risultati importanti e noi vogliamo continuare ad investire non solo sulle infrastrutture ma anche e soprattutto sul capitale umano che è la maggiore risorsa della nostra terra».