VHF , dal primo canale al mai nato DAB

Con oggi si conclude in Calabria il famigerato refarming delle frequenze televisive per far posto nella banda alta al 5G.
Grazie a questo refarming abbiamo potuto vedere un solo soggetto Nazionale (Eitower) far posto nel proprio mux di primo livello a tutte le emittenti regionali prive del proprio mux e di spazio per i propri canali secondari.
Inoltre dopo molti anni viene spento uno dei primi baluardi della televisione analogica che veicolava Rai 1  e l’ultimo della VHF nostrana a veicolare il mux RAI MR 10 (mux regionale)  ; dopo tanto tempo infatti viene spento l’impianto di Gambarie sul canale D o 5 (177.5Mhz) , che tante soddisfazioni aveva dato ai vari DXer per ricollocarlo sul canale 30 in UHF , stessa sorte toccata ai vari impianti Calabresi in VHF come S.Elia o Monte Scuro sul 9 (205.5Mhz) anche se sul 37.
Da oggi infatti la VHF rimane appannaggio dei vari mux DAB (Rai non ancora pervenuta) e quando verrà assegnato , dell’ultimo mux Nazionale oggetto di gara (Europa7 o ReteCapri).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.